Un acquisto importante – Racconto di Marina P.

Il tempo era passato, e un po’ alla volta, inconsapevolmente, giorno dopo giorno, uscivo dal pozzo in cui ero caduta. Così, in quel mattino simile a tanti altri, assieme al vento, volavano i miei pensieri, quando mi sorpresi a fare il primo passo verso l’entrata del negozio. Erano morbide, con le stringhe, leggere, avvolgenti, confortevoli, e di colore verde. Uscendo, … Continua a leggere

Pensieri spaiati – Racconto di Sonia

Questo è un inverno anomalo, ha fatto caldo fin quasi a Natale, e poi sono giunti il freddo e la neve. La mia è una vita di limbo, a volte ho la sensazione che la chemio uccida più del cancro. nei due, tre giorni successivi al ciclo sto davvero male, poi non posso uscire spesso, devo fare attenzione a non … Continua a leggere

Impianto – Racconto di Antonella

Mi hanno impiantato un seno al silicone, come un falso d’autore  su una tela stinta, m’han detto: “ora vada, s’accontenti dell’artificio, in fondo dovrebbe bastarle per fingersi intera”. Io andai, e tutti dissero: “Vedi, non le è successo nulla di male, ha un bel vestito, una figura elegante e con un sorriso coerente si muove”. Io, con il lutto di … Continua a leggere

Un compleanno speciale – Racconto di Raffaella

Sono diventata più lenta, assaporo la vita con avidità priva di fretta, ritaglio più tempo per me, per i miei bisogni e per il mio piacere. Sessant’anni: una cifra che riempie, che si arrotonda, e io, che mi sono sentita figlia troppo a lungo, che ho pensato al tempo come fosse infinito, mi scopro a raccogliere le ore, che sono … Continua a leggere

Un mondo pelato – Racconto di Marina

Le cure si susseguirono a cicli quindicinali per tre mesi e convivere con quell’affanno non fu facile. C’erano i bambini. Risolutamente, decisi che non avrei permesso alla malattia di trasformarmi, nemmeno per un giorno, in una madre triste, sconfitta, ripiegata su se stessa. Dovevo salvaguardarli. Loro, riparati dall’incoscienza dell’infanzia, parevano non accorgersi di nulla. Troppo piccoli per capire, intuivano che … Continua a leggere

Il prima e il dopo

    Ogni anno il premio letterario “Il prima e il dopo“ vede protagoniste autrici di poesie e racconti legati al tema del tumore al seno. Da alcuni racconti ho tratto degli stralci che descrivono situazioni ed emozioni derivanti dall’incontro scontro con questa malattia, testimonianze di un’esperienza forte e profonda che a un certo punto attraversa la vita di tante … Continua a leggere

Il tempo del male, il tempo del bene

Rosina, sono contenta che il libro ti sia piaciuto, svela molti significati, ognuno può raccogliere quello che più lo colpisce nella propria sensibilità – il libro è acquistabile in libreria, che se non ce l’ha disponibile lo può ordinare – nel caso proprio non riuscissi a recuperarlo scrivimi il tuo indirizzo, in qualche modo cercherò ti fartene avere una copia, magari tramite l’associazione “Sottovoce” … Continua a leggere

aiutare gli altri

Grazie Deborah, per le tue bellissime parole – è confortante leggere che tra i giovani esistono persone che come te desiderano aiutare gli altri, per alleviare il loro dolore – quella signora con tanta voglia di vivere nonostante ciò che l’attendeva, ti ha insegnato molto, ha toccato la tua sensibilità, mostrandoti che anche nella sofferenza c’è sempre il desiderio di andare avanti … Continua a leggere

corsi di autobiografia

Ciao Alessandra, i corsi di autobiografia normalmente si svolgono presso l’Istituto Europeo di Oncologia a Milano dove ha sede l’associazione “Sottovoce…” e vengono organizzati di solito una volta l’anno – non appena verrà decisa la data per il prossimo corso la scriverò sul blog – spero ci troveremo numerose a voler apprendere la scrittura che cura….a presto

Stessi pensieri, stesse emozioni

  Grazie Benedetta per la tua testimonianza, anche tu come tante altre persone hai attraversato il difficile percorso della malattia. Le tue parole possono aiutare altri che come te condividono i pensieri che si scatenano da questa esperienza. Se ti fa piacere puoi mandare all’indirizzo mail tgcva@tiscalinet.it qualche frase dal tuo diario, che meglio rappresenta quanto hai provato, per vederla … Continua a leggere