Un acquisto importante – Racconto di Marina P.

Il tempo era passato, e un po’ alla volta, inconsapevolmente, giorno dopo giorno, uscivo dal pozzo in cui ero caduta. Così, in quel mattino simile a tanti altri, assieme al vento, volavano i miei pensieri, quando mi sorpresi a fare il primo passo verso l’entrata del negozio. Erano morbide, con le stringhe, leggere, avvolgenti, confortevoli, e di colore verde. Uscendo, … Continua a leggere

Pensieri spaiati – Racconto di Sonia

Questo è un inverno anomalo, ha fatto caldo fin quasi a Natale, e poi sono giunti il freddo e la neve. La mia è una vita di limbo, a volte ho la sensazione che la chemio uccida più del cancro. nei due, tre giorni successivi al ciclo sto davvero male, poi non posso uscire spesso, devo fare attenzione a non … Continua a leggere

Impianto – Racconto di Antonella

Mi hanno impiantato un seno al silicone, come un falso d’autore  su una tela stinta, m’han detto: “ora vada, s’accontenti dell’artificio, in fondo dovrebbe bastarle per fingersi intera”. Io andai, e tutti dissero: “Vedi, non le è successo nulla di male, ha un bel vestito, una figura elegante e con un sorriso coerente si muove”. Io, con il lutto di … Continua a leggere

Un compleanno speciale – Racconto di Raffaella

Sono diventata più lenta, assaporo la vita con avidità priva di fretta, ritaglio più tempo per me, per i miei bisogni e per il mio piacere. Sessant’anni: una cifra che riempie, che si arrotonda, e io, che mi sono sentita figlia troppo a lungo, che ho pensato al tempo come fosse infinito, mi scopro a raccogliere le ore, che sono … Continua a leggere

Un mondo pelato – Racconto di Marina

Le cure si susseguirono a cicli quindicinali per tre mesi e convivere con quell’affanno non fu facile. C’erano i bambini. Risolutamente, decisi che non avrei permesso alla malattia di trasformarmi, nemmeno per un giorno, in una madre triste, sconfitta, ripiegata su se stessa. Dovevo salvaguardarli. Loro, riparati dall’incoscienza dell’infanzia, parevano non accorgersi di nulla. Troppo piccoli per capire, intuivano che … Continua a leggere

Il prima e il dopo

    Ogni anno il premio letterario “Il prima e il dopo“ vede protagoniste autrici di poesie e racconti legati al tema del tumore al seno. Da alcuni racconti ho tratto degli stralci che descrivono situazioni ed emozioni derivanti dall’incontro scontro con questa malattia, testimonianze di un’esperienza forte e profonda che a un certo punto attraversa la vita di tante … Continua a leggere

corsi di autobiografia

riceviamo molte richieste per partecipare ai corsi di autobiografia – questi corsi si tengono una volta l’anno a Milano, la sede è decisa quando viene fissata la data, che ad oggi non è ancora stata stabilita – nel frattempo invito chi è desideroso di parteciparvi, a cimentarsi nella scrittura di qualche post che può inviare all’indirizzo mail tgcva@tiscalinet.it per vederlo publicato sul … Continua a leggere

Il mio destino – Storia di Romana (…di me)

Oggi ho bisogno di alleggerirmi di responsabilità con me stessa. Ho bisogno di dirmi: guarda, quello che ti è successo non dipende da te, è il caso, il destino. Il disegno è già tracciato alla tua nascita, che tu puoi in qualche caso modificare magari ritardando la lettura o alleggerendo certi segni, ma ciò che deve succedere, sfugge al controllo … Continua a leggere

Il tempo e il corpo – Storia di Romana (…di me)

La malattia sta diventando uno stadio abituale…Mi sento così ben calata nella mia realtà che non so davvero più fare ipotesi e programmi. E ritorna il concetto del tempo, come spazio vitale entro cui trascorrere i minuti, le ore, le giornate. Posso usarlo a mio piacimento, essendo sempre cosciente di giocare con pezzetti della mia vita. Questa nuova dimensione a … Continua a leggere

Persona o caso? – Storia di Romana (…di me)

Ho saputo quello che già sapevo, ma che non avrei voluto sapere. L’atto eroico da me affrontato, a me è sembrato tale, non è bastato a chiudere il circolo della sofferenza. Altre prove mi attendono, altre volte dovrò sottopormi all’esame e all’ispezione del mio corpo da parte degli esperti che decideranno per me il da farsi. Allora l’idea di unicità … Continua a leggere